tag heuer connected modular 45 recensione e opinioni

ll primo smartwatch TAG Heuer, lanciato sul finire del 2015, è stato un banco di prova per tutti, soprattutto per i clienti del marchio, che si sono visti catapultare dalla tradizione meccanica a un micro processore Intel Atom.

Infatti, c’erano stati problemi vari anche per la stessa TAG Heuer: era stata chiamata a prendere le misure di un oggetto fino ad allora sconosciuto pure all’azienda! Così, l’inevitabile rodaggio ha fatto emergere qualche inesperienza di gioventù, anche e soprattutto sul fronte delle consegne.

tag heuer connected modular 45 recensione e opinioni
TAG Heuer Connected Modular SBF8A8001.11FT6076

Infatti, sono stati necessari tempi biblici, anche se ben 56mila unità erano state prodotte e vendute (si tratta di volume notevolissimo in ambito orologiero).

Eppure chi è bravo fa tesoro dell’esperienza e il Connected Modular 45, il connesso di seconda generazione, è finito in vendita il giorno stesso della presentazione, proprio il 14 marzo scorso. Quindi, un sistema all’insegna del «see now, buy now».

Titanio e meccanica di lusso per il connesso di Tag Heuer Connected Modular 45

Scheda tecnica del TAG Heuer Connected Modular 45 (modello: SBF8A8001.11FT6076):

Collezione Connected Modular 45
Caratteristiche Alarm, Android Pay, Android Wear 2.0, Bluetooth, Chronografo, Day-Date, Monitoraggio del tempo e direzionale del vento, Google Fit, GPS, Giroscopio, ricarica USB, Wi-Fi
Dimensioni Cassa 45 mm  
Forma della cassa Rotonda
Materiale cassa Titanio di Grado 5
Movimento Quarzo
Materiale Cinturino Gomma/caucciù
Colore Quadrante  Nero
Genere Maschile
Resistenza all’acqua (m) 50
Materiale del vetro Zaffiro
Periodo di garanzia 2 anni

 

Oggi, per approcciarsi a questo dispositivo, anche e soprattutto per chi arriva dall’orologeria meccanica, sono necessari tre requisiti.

  1. Curiosità nei confronti di un oggetto che è ormai parte delle nostre vite (dal 2017 è stato inserito nel paniere dell’Istat
  2. Un minimo di elasticità mentale. Serve anche la giusta propensione a rifuggire da pregiudizi infondati e diffusi. Per esempio, una volta in mano, si scopre il giusto valore al Connected di TAG e lo si riconosce subito. Se si pensa al packaging, si notano alcune chicche: per esempio, il packaging può essere predisposto per diventare una stazione di ricarica. Invece, per quanto riguarda il Connected Modular 45, indipendentemente che lo si consideri un orologio, un multifunzione, o una dépendance dello smartphone, va detto che è anche solido e duraturo nel tempo;
  3. Attenzione ai dettagli. Infatti, l’orologio è anche curato nei particolari, aspetto che emerge se si osserva il sistema di sgancio rapido delle anse con annesso cinturino, preciso e dotato di un gioco minimo, oltre che da grande meccanica di lusso. Infine, il titanio Grado 5 è difficile da lavorare, soprattutto nelle articolate zone di interconnessione.

1 of 3